Bytecoin: The Cryptocurrency Scam che assomiglia a un buco nero

Bytecoin (BCN) è stata la prima criptovaluta CryptoNote basata su un codice base completamente diverso rispetto a Bitcoin . Quasi strappando la lana agli occhi dell'intera comunità di criptovalute, la truffa è stata rivelata alcuni anni fa e ha portato solo una manciata di criptovalute CryptoNote a mantenere la fiducia degli utenti. È l'equivalente del mercato della criptovaluta di un buco nero; nessuno sa chi l'ha creato o quanti investitori sono stati ingannati.

In questo articolo, esploriamo come Bytecoin abbia quasi fatto esplodere la più grande truffa in criptovaluta, i collegamenti tra il losco progetto e l'ecosistema cripto e come è stato svelato come una frode.

Come Bytecoin ha quasi imbrogliato la comunità di Crypto

Nata da un team di sviluppatori anonimi, Bytecoin esiste dal 2014. Di recente, il progetto è riemerso (probabilmente a causa del massiccio interesse pubblico per le criptovalute come il bitcoin è salito ai nuovi massimi nel dicembre 2017) come mostrato da una stampa uscita il 6 febbraio e un articolo introduttivo pubblicato nel gennaio 2018 tramite due consolidati mezzi di comunicazione criptati.

Erano inconsapevoli della truffa e della storia? O stavano solo seguendo i soldi? Probabilmente, quest'ultimo.

Qui, passiamo attraverso la truffa di Bytecoin e come è stata scoperta. Mentre quelli che supportano Bytecoin mostreranno i loro enormi guadagni e che tutti gli altri sono gelosi e hanno perso la barca, non significa che sia un progetto legittimo.

E anche così, se riesci a fare soldi, stai ballando con il diavolo e perpetuare una frode che dovrebbe essere chiamata per quello che realmente è. L'autore è sicuro che i primi investitori di BitConnect sentissero che tutti erano gelosi dei loro massicci guadagni fino a quando non si chiuse e fu scoperto come una truffa.

A Perpetual Scam

Con Bytecoin, è molto più difficile chiudere, ma possiamo dare agli osservatori e agli investitori la vera storia e informarli della frode.

Ecco un estratto da un'intervista con Jenny Goldberg, community manager di Bytecoin:

"A prima vista, Bytecoin può sembrare che sia il suo ultimo gambe, o che sia una criptovaluta dimenticata. Ma ciò che abbiamo imparato dalla nostra intervista dimostra il contrario. Bytecoin sembra essere vivo e vegeto, e si sta preparando per quello che potrebbe essere un grande risveglio nel prossimo futuro. "

Nota che il lettore è invitato a prepararsi per una grande rinascita (o in altre parole, un altro giro di scamming e inganno) e va a dimostrare come Bytecoin abbia molte connessioni nello spazio di criptovaluta per perpetuare la loro frode (ne parleremo più avanti).

Ma prima, diamo un'occhiata al motivo per cui l'altcoin è una frode e perché non ci si dovrebbe fidare .

The Bytecoin Narrative

La storia di Bytecoin (o quello che volevano che tutti pensassero) è che è iniziata nell'aprile 2012. Tutti i copyright sono stati attribuiti agli sviluppatori di CryptoNote, il che significa che gli sviluppatori di CryptoNote e gli sviluppatori di Bytecoin a il tempo è molto probabilmente lo stesso gruppo. Ma il problema con questo è che nessuno aveva sentito parlare di Bytecoin prima del 2014, quando la criptovaluta fu effettivamente rilasciata. Nessuno degli sviluppatori nominati sul sito Web CryptoNote sono individui noti, sollevando alcune preoccupazioni tra quelli della comunità di criptovaluta.

Ora, la tecnologia di base di CryptoNote è valida; le transazioni sono private e non collegabili.

Mentre la tecnologia funziona, il team dietro di esso è tutto sconosciuto; di solito, scienziati informatici, matematici e simili hanno una qualche sorta di presenza nel mondo accademico o nei social media. Accoppiato al fatto che la squadra ha affermato che l'altcoin è stato utilizzato su Dark Net per due anni nel 2014, molti hanno sospettato qualcosa su Bytecoin.

Come ripensa la tua strategia bitcointalk:

"L'affermazione di Bytecoin che era esistita" sul deep web "per due anni non è stata ben accolta, perché non un singolo venditore, utente, minatore, tossicodipendente, venditore di droga, mediatore pornografico, produttore di carte di identità false, studente che ha comprato una carta d'identità falsa per entrare in bar, libertaria, libertaria, crittografa, sviluppatrice Tor, sviluppatore Freenet, sviluppatore i2p, pedofilo o chiunque altro che sia una persona conosciuta – anche solo nota su Internet – aveva mai incontrato "Bytecoin" su Tor . Mai. Nessuno. "

Quindi, mi sono appena imbattuto in questa nuova moneta …

Un'altra cosa che è sospetta su Bytecoin è come è stato incappato" accidentalmente "da un utente bitcointalk con il nome di DStrange. Un altro utente ha anche giocato la stessa storia, e potrebbe essere possibile che entrambi fossero su Bytecoin, facendolo sembrare una scoperta innocente. Entrambi i conti sono stati creati alla fine del 2013 e hanno iniziato a postare sul forum nel gennaio 2014.

Scrutiny of the CryptoNote Whitepapers scopre la verità

Quindi come ha fatto Bytecoin a essere scoperto come una truffa? Bene, le prove sono nei white paper di CryptoNote. Le versioni 1 e 2 sono state firmate da un individuo noto come Nicolas van Saberhagen rispettivamente il 15 dicembre 2012 e il 17 ottobre 2013. Il nome è molto probabilmente uno pseudonimo, ma il protocollo CryptoNote è stato collegato allo Stanford Bitcoin Group.

Durante la lettura dei file in Adobe Acrobat (che puoi verificare da solo qui e qui) ed esaminare le firme, ci imbattiamo in qualcosa di strano.

La data delle firme è in funzione dell'orologio sul computer del firmatario, il che significa che chiunque l'abbia firmata potrebbe aver semplicemente manipolato l'ora sulla propria macchina per far sembrare che i white paper siano stati rilasciati prima di quanto effettivamente fossero. Nessuna Autorità TimeStamp viene utilizzata dagli sviluppatori di CryptoNote, il che solleva molti sospetti, in quanto è piuttosto semplice farlo e darebbe al progetto una certa credibilità.

Successivamente, un'altra indicazione che i creatori hanno dichiarato che le persone erano che i white paper inclusi un riferimento nella nota a piè di pagina che non esisteva nemmeno nel dicembre 2012. Guardando i riferimenti del whitepaper della versione 1, ci imbattiamo nel seguente post di bitcointalk, evidenziato di seguito.

Quando si fa clic su quel collegamento, arriviamo a un post datato 5 maggio 2013, che era dopo che il white paper avrebbe dovuto essere firmato con una firma PGP.

More Evidence of Forgery

Come ripensa la tua strategia, ulteriori indagini sui whitepaper ci portano al fatto che sono stati realizzati in TeX Live 2013, qualcosa che non esisteva anche a dicembre 2012. Le proprietà XMP rivelano anche che la data effettiva in cui è stato creato il primo white paper era nell'aprile 2014 e mentre la seconda era cr mangiato circa un mese prima.

Ora i pezzi si uniscono; sono stati creati due white paper per ingannare tutti nel pensare che la criptovaluta fosse in circolazione dal 2012. Il secondo documento è stato creato per ingannare le persone e dare credito all'affermazione secondo cui Bytecoin era in giro da due anni sulla Rete oscura. Inoltre, la moneta era pre-minata (oltre l'80 percento della sua fornitura), per rendere la storia coerente, il che significa in sostanza che la maggior parte dell'offerta è stata creata mentre la moneta è stata lanciata, senza che nessuno ne sapesse di più; se la truffa non venisse rivelata, la gente penserebbe che la fornitura sia stata emessa nel corso di due anni.

Quindi questi sono i fatti concreti. Gli sviluppatori di CryptoNote intenzionalmente ingannano tutti. I documenti non sono stati firmati nel 2012 e 2013, ma sono stati entrambi creati nella primavera del 2014. Un audit sull'offerta della moneta ha mostrato che l'82% di tutto il Bytecoin mai esistito era già in circolazione al momento del lancio.

Bytecoin Forks Galore

Thankful_for_today, uno dei creatori della forcella Bitmonero che si è allontanato da Bytecoin (e alla fine si è evoluto in Monero), calcolato nell'aprile 2014 che 151,2 miliardi di monete erano già state estratte e ha detto che se è buono o cattivo, dipende su chi detiene l'82% dell'offerta totale di BCN.

Invece di tentare di trovare una risposta a questa domanda, Thankful_for_today ha lanciato quello che alla fine sarebbe diventato Monero, come un giusto rilancio di Bytecoin, sfruttando la privacy del wateright fornita dal sottostante technology:

"La prossima settimana avvierò il mio fork di Bytecoin – un'altra moneta basata sulla tecnologia CryptoNote. Sarà avviato da zero (dal blocco zero). "

Ricardo Spagni (aka Fluffypony) di Monero ha anche dichiarato nel 2015 che l'82% di pre-mine avrebbe reso la moneta centralizzata, come la grande percentuale della fornitura nel mani di persone inconoscibili e inaffidabili. Inoltre, ha indicato il "codice minerario paralizzato" che è stato fatto intenzionalmente per rendere genuina la blockchain falsificata con due anni di storia falsa come un altro motivo per evitare

La nascita di Monero: La redenzione di CryptoNote

La comunità più tardi biforcuto BitMonero lontano da Thankful_for_today e trasformato in Monero. Il misterioso fondatore di BitMonero è speculato per far parte della truffa di Bytecoin e potrebbe aver fatto parte di molte forcelle per introdurre nuove monete CryptoNote per popolare il criptospazio ed estendere ulteriormente la truffa.

Come la maschera è stata scoperta e Bytecoin è stato riconosciuta come una truffa più tardi nel 2014, iniziarono a comparire molte forchette, che sembravano essere un tentativo di rettificare e rimproverare la frode in modo che nessuno se ne accorgesse.

BitMonero fu il primo (più tardi ritirato dalla comunità dopo lo stile autoritario di Thankful_for_today), seguito da Fantomcoin, Quazarcoin, HoneyPenny e Boolberry. La cosa che collega Bytecoin ad alcune di queste biforcazioni è SourceForge, suggerendo che c'è una probabilità che le forcelle siano delle stesse persone anonime che hanno creato BCN in primo luogo.

Ora confrontalo con Monero, un progetto che ha personaggi noti e identificabili che lavorano insieme sul codice dal 2014. Di conseguenza, si dice che gli sviluppatori di Bytecoin (o quelli collegati al progetto) abbiano condotto una campagna diffamatoria contro Monero, nel tentativo di distruggere la reputazione di qualsiasi CryptoNote moneta che non controllavano.

The Links Between CryptoNote Coins

Rethink-your-strategy ha notato che ci sono tre elementi comuni tra i siti web delle monete CryptoNote (escluso Monero):

"1) C'è molto di comunanza con il registrar (NameCheap per quasi tutti), il servizio DNS (HurricaneElectric's Free DNS o NameCheap's DNS) e con il webhost (LibertyVPS, QHoster / SecureFastServer.com, ecc.)

2) UN Tutti i domini CN utilizzano WhoisGuard o servizi di registrazione privati ​​simili.

3) Ogni singolo dominio, senza eccezioni, utilizza Zoho per la posta elettronica. L'unico outlier è bitmonero.org che utilizza l'inoltro di posta elettronica gratuito di Namecheap, ma è sicuro ignorare questo dato che le e-mail probabilmente si limitano a inoltrare l'e-mail degli sviluppatori di CryptoNote.

Che lo porta alla seguente conclusione: "Non è una cospirazione , non è una coincidenza, è solo un'altra prova che tutti questi sono stati vomitati dalle stesse fottute persone [i.e., the Bytecoin originators]. "

Con una solida tecnologia, i creatori di Bytecoin erano così vicini a ingannare tutti. Se Monero non fosse stato biforcato da Thankful_for_today, sarebbe stata un'estensione della truffa, invece della rispettata criptovaluta che è oggi. Con tutte le prove presentate sopra, è chiaro che Monero è una delle uniche monete di CryptoNote che merita la vostra attenzione.

Infinite Inflation Bug Revelation

Avanziamo rapidamente fino al 2017, e sono emerse altre cattive notizie per Bytecoin. Il team Monero ha rivelato che tutte le valute di CryptoNote avevano un difetto che permetteva di creare un numero infinito di monete in modo non rilevabile, a meno che l'osservatore non sapesse cosa cercavano.

Monero non è stato trovato compromesso e una volta il bug è stato corretto, il team ha notificato tutti i progetti CryptoNote, con solo AEON, BoolBerry e ForkNote seguendo i loro consigli e aggiornamenti per eliminare il rischio di un'inflazione infinita. Bytecoin, d'altra parte, non ha rimediato alla falla, insieme a DigitalNote e Dashcoin.

L'insetto dell'inflazione infinita serve da confutazione a coloro che sostengono che le persone critiche nei confronti di Bytecoin sono semplicemente pazze e hanno perso i guadagni della criptovaluta ha fatto; con una quantità infinita di monete, qualcuno che approfitta di questo exploit potrebbe gonfiare il prezzo, creando falsi BCN dal nulla e manipolando gli ordini per spingere il prezzo più alto artificialmente.

Perché Bytecoin è ancora in negoziazione su qualsiasi borsa è chiunque suppongo, ma solo tre scambi sostengono questa moneta; HitBTC, Poloniex e Stocks.Exchange. La prossima sezione fornisce alcuni indizi sul perchè la moneta sia ancora offerta in una manciata di scambi.

Deeper into the Void

Man mano che ci addentriamo nella storia di Bytecoin, non si tratta solo di frode e inganno; è anche una storia di potenziale collusione e collaborazione. Era una truffa ben pianificata, con un sacco di pensieri alle spalle, insieme a molti partner per dare alle persone l'esca e farle mordere.

Bytecoin, The Nexus? …

Bytecoin è in qualche modo collegato a molte entità in lo spazio criptovaluta incluso; ChainRadar, Changelly, CoinTelegraph, Fairproof, Freewallet, HitBTC e MinerGate. Minergate è stato il primo pool minerario di CryptoNote ed è emerso a marzo 2014, poco prima che Bytecoin venisse rilasciato al pubblico ignaro.

Data la complessità del protocollo CryptoNote e la mancanza di documentazione, è ragionevole presumere che le persone dietro MinerGate fossero probabilmente le stesse persone dietro a Bytecoin. Inoltre, il software closed source mining si concentra principalmente sulle monete CryptoNote, suggerendo un altro collegamento.

Changelly, che è stata spesso accusata di truffare le persone per il loro criptaggio quando usano i loro servizi di scambio, è gestita dalle stesse persone che hanno introdotto MinerGate. Il loro servizio di scambio offre anche Bytecoin e molte delle monete CryptoNote evidenziate in precedenza.

Ora, HitBTC è una società pubblicizzata in modo coerente su MinerGate. Lo scambio è anche uno degli unici posti in cui viene offerto Bytecoin, così come le altre monete truffa dormienti come Fantomcoin, che è suggerito per essere il piano di backup insieme ad altre forchette Bytecoin. Guardando un sito Web di recensioni per gli scambi crittografici, vediamo che HitBTC ha 318 recensioni con un punteggio medio di 1,38 su 5. La società che possiede HitBTC ha un indirizzo da un ufficio virtuale a Londra, Regno Unito, che non instillare molto fiducia

Un altro luogo in cui pubblichiamo MinerGate e HitBTC pubblicizzato è CoinMarketCap, uno dei siti più popolari non solo nello spazio criptovaluta, ma nel mondo intero. Tuttavia, a differenza di Onchainfx, non esiste alcun disclaimer sul pre-mine di Bytecoin, dando agli investitori e ai trader alcun avviso delle multiple bandiere rosse che circondano l'altcoin.

The Bytecoin-CoinTelegraph Connection

E poi ci sono i media, la fonte molte persone imparano e scoprono la criptovaluta.

Uno dei più popolari siti di notizie criptate, CoinTelegraph si dice sia collegato in qualche modo ai fondatori di Bytecoin, e forse addirittura finanziato da loro. Nel 2015, uno degli ex dipendenti dello sbocco, Ian DeMartino, ha scritto un post sul blog che illumina il grave conflitto di interessi:

"Non ho dubbi sul fatto che CoinTelegraph sia stato finanziato da Bytecoin almeno da quando ho iniziato e continua a ottenere finanziamenti da la scuderia delle monete CryptoNote, tra gli altri clienti. Il mio sospetto è che qualcuno vicino al team di Bytecoin, forse lo stesso team di Bytecoin, possiede CoinTelegraph. Ma potrebbe essere … che siano semplicemente finanziati da MinerGate, a cui hanno certamente connessioni. "

Quando sono sotto pressione per rivelare chi c'è dietro CoinTelegraph sono state fornite risposte generiche su" proprietà decentralizzata ". Nessuno sa chi è veramente il responsabile della presa dei media. Ciò che è chiaro è che CoinMarketCap e CoinTelegraph hanno una sorta di partnership e spiega perché Bytecoin è incorniciato solo come un'altra criptovaluta su CoinMarketCap.

DeMartino afferma inoltre che sono state fatte richieste specifiche su quali informazioni potrebbero essere incluse su Bytecoin nelle notizie su il sito Web, fornendo alcune prove come mostrato dall'immagine qui sotto:

Un articolo intitolato, " Bytecoin basato su CryptoNote diventa 3, piani per implementare monete colorate e contratti intelligenti " pubblicato da CoinTelegraph nel luglio 2015 dice tutto. C'è un chiaro tentativo di incastrare Bytecoin come una sorta di criptovaluta significativa, e cercando nel loro sito la parola chiave "Bytecoin", ci sono persino tentativi dal 2017 a denominare l'altcoin nei loro titoli.

Conclusione

Ora abbiamo vieni al punto di partenza.

Bytecoin potrebbe essere stato inizialmente promosso da CoinTelegraph a causa delle loro connessioni con MinerGate o perché finanziati dagli stessi creatori. Nel 2018, stiamo vedendo altri media ristampare la truffa, mentre l'altcoin cerca di lavare via il suo passato ombreggiato con un 'nuovo team di sviluppo' e 'aggiornamenti software.' Il take-away di questo articolo dovrebbe essere quello di tutta la CryptoNote valute, solo AEON e Monero sono, con un ragionevole grado di certezza, progetti legittimi.

Dopo che una persona sconosciuta non si è connessa al progetto, una persona nota come Jenny Goldberg è emersa come responsabile della comunità. Chissà se le stesse persone che hanno creato Bytecoin stanno cercando di ingannare di nuovo le persone, ma molto probabilmente è una nuova squadra.

Tuttavia, la storia è la stessa; un'inflazione infinita e nessuna informazione su chi detiene l'82% dell'offerta totale della moneta significa che dovresti riflettere seriamente sul fatto che valga la pena di perdere soldi comprando la moneta o se non avrai remore a perpetuare una truffa. In breve, è l'equivalente di un buco nero nel mondo cripto; nessuno conosce l'origine e nessuno sa quanto gli scammer abbiano fatto.

Mille grazie a ripensare la tua strategia, (una donazione di BTC / XMR sta per arrivare) per analizzare prima la truffa di Bytecoin e Ian DeMartino, per avere l'integrità di parlare e dare l'esempio ai giornalisti nello spazio criptovaluta.

Categoria: Altcoin, Commentario, Notizie, Tecnologia

Tag: altcoin, notizie altcoins, business, bytecoin, commentario, CryptoNote, fintech, monero, tecnologia

Facci sapere la tua opinione

Commenta

Register New Account
Reset Password
Confronta
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confronta
0