Crypto Regulation Roundup: più controlli di criptovaluta lanciati in Corea del Sud e in Tailandia, la Francia ha in programma di ridurre le tasse criptate

Gli avvocati della Corea del Sud hanno esercitato pressioni sul governo per stabilire un migliore quadro legale intorno alla blockchain che aiuterebbe a sviluppare l'industria e proteggere gli investitori. È stata inoltre sollecitata una maggiore regolamentazione in Tailandia, dove il 7 novembre 2018 il vice primo ministro ha chiesto ulteriori misure per controllare le criptovalute e impedire che vengano utilizzate per finanziare il terrorismo. Tornato in Europa, la Francia ha visto i suoi piani di finanziamento per facilitare le tasse sulle vendite di bitcoin.

I legislatori francesi appoggiano i piani per alleggerire le tasse sui guadagni dei bitcoin

Il comitato finanziario della camera bassa del parlamento francese ha adottato emendamenti a una legge fiscale che allevierà le tasse sulle vendite di criptovaluta . Secondo il rapporto del 7 novembre 19659006 Le Figaro quotidiano francese, se la versione finale della legge finanziaria del governo (PLF) per il 2019 è approvata, la tassa sulle vendite criptate sarà uguale [19659004] all'imposta sul reddito da capitale.

Qualsiasi profitto ottenuto dal possesso di criptovalute è attualmente tassato a un tasso del 36,2%, mentre altre forme di plusvalenze su altre attività non immobiliari sono tassate a un 30% fisso. Tuttavia, la tassa del 30 percento è molto più alta della riduzione delle tasse proposta nell'aprile 2018, quando Le Monde riportò che il Comitato finanziario stava considerando la possibilità di ridurre le plusvalenze su bitcoin dal 45 percento al 19 percento.

Il passaggio della legge segnerà un passo importante per l'adozione del bitcoin in Francia, che ha attivamente adattato la legislazione per accogliere nuove tecnologie, comprese criptovalute e blockchain, per tutto il 2017 e il 2018.

Nel 2017, il presidente francese Emmanuel Macron disse che voleva che la Francia diventasse una "nazione di partenza", mentre il ministro francese per l'economia e le finanze Bruno Le Maire diceva che il quadro legale per ICO in Francia, istituito nel settembre 2018, significava che il paese era pronto per una " rivoluzione blockchain ."

Avvocati sudcoreani Lobby per criptovaluta e leggi migliori per la tutela degli investitori

Gli avvocati della Corea del Sud hanno chiesto al governo di stabilire un quadro legale per il settore delle criptovalute e delle blockchain, Reuters riportato l'8 novembre 2018. Questo segna un passo importante per Korean Bar Association poiché era la prima volta che l'associazione si è impegnata pubblicamente a favore di specifici gruppi di interesse tecnologico o commerciale.

La mossa arriva come risposta alla critica aumentata Il governo della Corea del Sud ha affrontato a casa per aver ignorato la tecnologia blockchain, nonostante sia stato sede di alcuni dei più grandi e popolari scambi di criptovalute e blockchain startup nel mondo .

Durante una conferenza stampa presso il Parlamento della Corea del Sud, Kim Hyun, presidente dell'Associazione degli avvocati, ha dichiarato:

"Esortiamo il governo ad abbandonare le percezioni e le esitazioni negative e ad elaborare fatture per contribuire allo sviluppo l'industria della blockchain e prevenire effetti collaterali che coinvolgono criptovalute. "

Tuttavia, non è probabile che il governo fornirà l'associazione con la risposta rapida che volevano. Secondo Reuters un portavoce del parlamento ha affermato che il governo deciderà la sua posizione sulla regolamentazione dei blockchain solo dopo uno studio approfondito, che è attualmente in corso sia da parte del governo che dei regolatori finanziari.

Il vice primo ministro thailandese chiede maggiore controllo sulle criptovalute

Mentre l'industria delle criptovalute ha iniziato a ricevere più sostegno governativo mentre la fine del 2018 si avvicina, continuano a venire messaggi misti dalla Thailandia, che minacciano la stabilità dell'intero industria.

Il primo portale ICO nel paese sarà probabilmente certificato questo mese, secondo un rapporto dell'8 novembre dal Bangkok Post . La Securities and Exchange Commission ( SEC ) segretario generale Rapee Sucharitakul ha detto che dopo la certificazione del primo portale, la Commissione può iniziare ad approvare le offerte ICO già a dicembre 2018.

Un elenco di cinque risorse digitali gli operatori del settore sono stati inoltrati al Ministero delle Finanze per l'approvazione finale.

Tuttavia, un sentimento molto meno positivo nei confronti delle criptovalute e ICO è arrivato dal vice primo ministro del paese, Wissanu Krea-ngam, che ha chiesto più misure attuate che possano prevenire il loro abuso.

Durante il Vertice sul finanziamento dell'antiterrorismo tenutosi il 7 novembre, Krea-Ngam disse che le misure legali attuate per prevenire l'uso improprio delle criptovalute non erano sufficienti, poiché un numero crescente di operazioni terroristiche veniva finanziato da criptovalute.

Krea-Ngam ha anche sottolineato la necessità di esperti in materia di riciclaggio di denaro e di terrorismo per aggiornare la loro conoscenza delle criptovalute, poiché sono in ritardo rispetto ai criminali che dovrebbero perseguire.

E mentre il decreto esecutivo del 2018 sulle attività di asset digitali e l'azione del 2016 sul finanziamento dell'antiterrorismo e le armi altamente distruttive hanno dato al Paese "un po 'di leva", Krea-Ngam ha affermato che "le leggi devono essere modificate in futuro, quindi che possiamo stare al passo con i cambiamenti tecnologici. "

Categoria: Altcoin, Bitcoin, Blockchain, Affari, Finanza, Notizie, Regolamentazione

Tag: notizie altcoin, notizie bitcoin, affari, finanza, Francia, Regolamenti , Corea del Sud, Tailandia

Facci sapere la tua opinione

Commenta

Register New Account
Reset Password
Confronta
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confronta
0