Gli hacker rubano $ 32 milioni in criptovaluta dal giapponese Exchange Bitpoint

Scambio di criptovalute giapponesi La società madre di Bitpoint, Remixpoint, ha appena rivelato che l'operatore ha perso 3,5 miliardi di yen ($ 32 milioni) per gli hacker, come riportato dal Nikkei Asian Review .

I fondi dei clienti per un valore di 2,5 miliardi di yen sono stati rubati dagli hacker durante l'attacco. Remixpoint ha chiarito che compenserà i clienti che hanno perso i loro fondi. Ma questo non ha impedito alle azioni dei genitori di Bitpoint di crollare fino al 18% sulla Borsa di Tokyo a un certo punto.

I dettagli dell'hack di Bitpoint

In un comunicato stampa (giapponese) che rivela i dettagli della hack, Bitpoint ha detto che "ha rilevato un errore relativo alla rimessa di Ripple", e su ulteriori indagini, è stato scoperto che i token di Ripple erano "trapelati illegalmente".

Ulteriori indagini sull'hack portarono Bitpoint alla rivelazione che Ripple non era è l'unica criptovaluta a essere presa di mira. La società ha affermato di aver rilevato "fuoriuscite fraudolente di valuta virtuale archiviate in portafogli caldi gestiti da BPJ" nella notte dell'11 luglio. La valuta virtuale memorizzata nel portafoglio caldo di Bitpoint comprendeva anche bitcoin, liquidità bitcoin, ethereum e litecoin. [19659003] Una volta rilevato l'hacking, questa mattina Bitpoint ha sospeso le transazioni web prima di interrompere tutti i servizi alle 10:30. A questo punto non è chiaro quando Bitpoint riprenderà le operazioni.

Un disastro in attesa di accadere

L'agenzia giapponese dei servizi finanziari aveva emesso un ordine di miglioramento operativo a Bitpoint l'anno scorso. L'agenzia riteneva che lo scambio di criptovaluta avesse scarsi controlli interni e volle Bitpoint e alcuni altri scambi per assicurare l'applicazione di misure adeguate per proteggere gli utenti.

L'ordine è stato revocato alla fine di giugno. Quindi non ci volle molto perché i cattivi attori entrassero nella scena e paralizzassero Bitpoint ancora una volta.

La modifica di Bitpoint si aggiunge ai numerosi attacchi che gli scambi di criptovalute hanno visto quest'anno. I cattivi attori hanno rubato fino a $ 1,2 miliardi nel primo trimestre del 2019 attraverso truffe di criptovaluta, furto di scambi, frodi e appropriazione indebita di fondi. Di questi, i furti di criptovaluta e le truffe hanno rappresentato solo $ 356 milioni.

Per fare un confronto, la perdita totale dei furti di criptovalute e truffe lo scorso anno è stata di 1,7 miliardi di dollari, quindi siamo sulla buona strada per vedere un picco enorme in quel numero nel 2019.

CipherTrace, l'azienda di cibersicurezza che è arrivata con questi dati, ha incolpato la cattiva gestione e le regolamentazioni povere per l'enorme picco di furti di criptovaluta e frodi quest'anno. Il CEO di CipherTrace, Dave Jevans, aveva detto:

"Vorrei aggiungere che questioni interne come la frode o il furto sono cresciute principalmente a causa di operazioni al di fuori degli Stati Uniti dove i regolamenti sono poveri o semplicemente a causa dell'avidità e della cattiva gestione da parte di giovani team di gestione. queste compagnie di criptovaluta che gestiscono centinaia di milioni o addirittura miliardi di dollari. "

Il fatto che Bitpoint sia stato attaccato subito dopo l'annullamento dell'ordine operativo indica che lo scambio di criptovaluta non ha fatto molto per migliorare i suoi controlli interni. [19659003] Tali cadute potrebbero rovinare la fiducia degli investitori e sabotare l'impressionante manifestazione che quest'anno i bitcoin hanno consegnato. Questo è il motivo per cui gli scambi devono portare il loro gioco A per quanto riguarda la protezione del denaro dei consumatori.

Login/Register access is temporary disabled
Confronta
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confronta
0