La Banca centrale della Lituania indaga 100 milioni di Euro Bankera ICO


La banca centrale della Lituania ha avviato un'indagine sull'offerta iniziale di moneta nazionale (ICO), che afferma ha violato le leggi sui titoli del paese.

Secondo una dichiarazione datata 15 febbraio, la Lietuvos Bankas ha aperto un'indagine Bankera, la cui ICO ha sollevato più di 108 milioni di euro (~ $ 133 milioni) dal suo lancio di novembre.

Bankera, il cui slogan è "bancario per l'era blockchain", intende ottenere una licenza bancaria e offrire servizi finanziari tradizionali, sebbene con pieno supporto per le criptovalute. Gli investitori che contribuiscono alla ICO ricevono gettoni Bankera (BNK), che danno diritto ai titolari di ricevere una quota dei proventi delle transazioni nette della società, erogati settimanalmente tramite un contratto intelligente.

Nella dichiarazione, i regolatori lituani hanno dichiarato di aver determinato Bankera era in possesso di un'offerta di titoli non registrati.

"Secondo la posizione approvata dalla Banca di Lituania, nei casi in cui i token virtuali distribuiti hanno le caratteristiche dei titoli, sono soggetti ai requisiti della Legge sui Titoli, incluse le disposizioni per tale distribuzione di pubblicità. La violazione dei requisiti può essere soggetta a multe o altre sanzioni ", ha detto Vaidotas Cibas, responsabile della Divisione di vigilanza del mercato regolamentare della Banca di Lituania, secondo una traduzione approssimativa.

Anche se non è chiaro se la banca abbia preso azione specifica contro l'ICO oi suoi operatori, la dichiarazione ha chiarito che i regolatori hanno l'autorità per farlo in futuro. Notando che diversi siti web avevano pubblicizzato l'ICO della Bankera, avvertì anche che le leggi pubblicitarie del paese proibivano la commercializzazione di attività illegali.

La Lituania aveva originariamente emanato una guida sugli ICO a ottobre, settimane prima che Bankera lanciasse la sua vendita simbolica. Questa guida affermava che le ICO erano regolamentate dalle già esistenti leggi del governo e dalle leggi sul crowdfunding e che le autorità le valutavano caso per caso

Allo stesso tempo, le autorità di regolamentazione ricordavano alle banche che le criptovalute erano "ad alto rischio" strumenti e che la banca centrale aveva vietato alle istituzioni finanziarie di interagire con loro, il che è notevole dato che fornire servizi agli utenti di criptovaluta costituisce un componente fondamentale del modello di business di Bankera.

Immagine in vetrina da Shutterstock.

su Telegram.
Pubblicità

Facci sapere la tua opinione

Commenta

Register New Account
Reset Password
Confronta
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confronta
0