La Cina inizierà a censurare le società di blockchain a partire da febbraio 2019

La sezione di censura del governo cinese ha approvato una politica che richiede servizi basati su blockchain per censurare il contenuto e consentire alle forze dell'ordine del paese di accedere ai suoi dati e all'identità dei loro utenti, Reuters riportata a gennaio 10, 2019.

Il cane da guardia di Internet in Cina rimuove l'anonimato dalla blockchain

Una politica che richiederà alle società di blockchain di registrare le identità dei loro utenti è stata appena approvata in Cina, rimuovendo efficacemente l'anonimato che la tecnologia ha fornito agli utenti. [19659004] Secondo a Sixth Tone la Cyberspace Administration of China (CAC), un cane da guardia internet incaricato di censurare i contenuti online, ha approvato il regolamento per la gestione dei Blockchain Information Services. Il regolamento entrerà in vigore il 15 febbraio 2019 e si applicherà a tutte le società del paese etichettate come "fornitore di servizi di informazione blockchain".

Tutte le società di nuova costituzione avranno dieci giorni lavorativi per registrarsi presso l'amministrazione del Cyberspazio, fornendo i loro nomi, tipi di servizio e indirizzi del server.

Tuttavia, la clausola della politica che ha attirato l'attenzione dei media ha richiesto agli individui che usano i servizi blockchain di fornire le loro identità al governo. Secondo a Reuters le persone che utilizzano qualsiasi tipo di servizio basato su blockchain dovranno fornire il loro numero di carta di identità nazionale o numero di telefono per evitare multe.

Il governo stringe la presa sull'industria

Nonostante la copertura pressoché negativa delle notizie ricevute, l'amministrazione del Cyberspazio è stata decisa nella loro decisione. L'amministrazione ha affermato che la politica è stata approvata per promuovere uno "sviluppo sano" dell'industria della blockchain in Cina.

"Lo sviluppo della tecnologia blockchain ha portato grandi opportunità all'economia e alla società del paese. Nel frattempo, è utilizzato anche dai criminali per archiviare e diffondere informazioni illegali ", ha dichiarato un portavoce del CAC .

Il CAC ha chiesto alle compagnie di blockchain di contrassegnare e censurare tutti i contenuti ritenuti" un minaccia alla sicurezza nazionale ". Le aziende e gli utenti che sono stati trovati a" produrre, duplicare, pubblicare e diffondere "le informazioni che sono vietate dalla legge cinese saranno punite con una sospensione del servizio e una multa da $ 3.000 a $ 4.400, Sesto tono riportato . Il governo cinese ha in programma anche di valutare individualmente ciascun caso e perseguire coloro che costituiscono un crimine.

La politica in arrivo è l'ultimo sforzo del governo per stringere la presa sull'industria cripto. Già nel 2017, la Cina ha vietato le prime offerte di monete, aggiungendo al suo divieto di negoziazione di criptovaluta da inizio anno.

Tuttavia, il governo ha mantenuto la sua posizione incoraggiante quando si tratta di tecnologia alla base di molte criptovalute, dicendo che accolse con favore la ricerca sulla tecnologia nel paese.

Login/Register access is temporary disabled
Confronta
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confronta
0