La Corea del Nord ha oltre $ 670 milioni in Bitcoin e altre criptovalute, sostiene il nuovo rapporto ONU – BTCMANAGER

Secondo un rapporto delle Nazioni Unite pubblicato il 12 marzo 2019, la Corea del Nord ha accumulato centinaia di milioni in criptovaluta per eludere le sanzioni. Mentre ci sono molti che hanno creduto che la Corea del Nord fosse coinvolta in vari ciberattacchi di criptovaluta, il fatto che il paese stia accumulando criptovaluta è un nuovo sviluppo.

Uno dei motivi per cui la comunità di criptovaluta è in grado di crescere e prosperare è non solo perché gli individui credono nei difetti dei sistemi finanziari tradizionali, ma che gli individui non dovrebbero essere messi a tacere o censurati. La natura immutabile della blockchain è un grande vantaggio per molti che credono nella libertà di espressione e che i governi non dovrebbero essere in grado di controllare il flusso di informazioni.

Tuttavia, molti hanno sottolineato che la criptovaluta può essere utilizzata anche per scopi dannosi . Ad esempio, alcuni hanno sottolineato che i governi autoritari che sono sanzionati da altri paesi possono effettivamente utilizzare la criptovaluta per aggirare tali sanzioni. Sembra che la Corea del Nord stia cercando di farlo, secondo un nuovo rapporto del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

About The Report

Il rapporto afferma specificamente che la Corea del Nord ha accumulato oltre 670 milioni di dollari in bitcoin (BTC) e altre criptovalute .

Un gruppo di esperti ha riferito questo al Consiglio di sicurezza dell'ONU (UNSC), e ha sottolineato che era chiaro che la Corea del Nord era interessata alla criptovaluta perché "indipendente dalla regolamentazione governativa". Per coloro che non sono a conoscenza, il programma missilistico e nucleare del paese ha portato a molte sanzioni che hanno colpito la sua crescita economica in modo drammatico.

Il gruppo sottolinea che il denaro è stato raccolto attraverso attacchi informatici che sono probabilmente condotti dalle forze armate della Corea del Nord . Il panel sembrava anche indicare che la Corea del Nord aveva fatto della criptovaluta il crimine informatico una priorità, affermando che questi attacchi "sono ora una parte importante della politica del governo nordcoreano".

Parte di un modello

Il rapporto non dovrebbe si tratta di una sorpresa completa, poiché molti hanno pensato che la Corea del Nord finanzasse il suo regime da un po 'di tempo attraverso gli attacchi informatici, compresi quelli nel settore delle criptovalute. Una società di cyber-threat con il nome di Recorded Future ha precedentemente collegato vari schemi di criptovaluta a hacker con sede a Singapore che agiscono nell'interesse della Corea del Nord.

È interessante notare che la Corea del Nord ospiterà la conferenza di Pyongyang Blockchain And Cryptocurrency il prossimo mese di aprile . Ai giornalisti non è permesso partecipare e anche i cittadini di Israele, Giappone e Corea del Sud non sono i benvenuti.

Come BTCMANAGER? Mandaci un consiglio!

Il nostro indirizzo Bitcoin: 3AbQrAyRsdM5NX5BQh8qWYePEpGjCYLCy4

Confronta
  • Cameras (0)
  • Phones (0)
Confronta
0